Smart working: il futuro guarda al lavoro

 Il web ha cambiato le nostre vite: chissà quante volte l’hai sentito dire! E di come il web abbia cambiato il tuo modo di lavorare? Ci hai mai pensato?

Smart working: lavoro agile, lavoro riconosciuto 

Anche se sei un nativo digitale ti sarai accorto dei continui cambiamenti resi possibili dalla rete. Grandi o piccoli che siano, questi ininterrotti passaggi verso il futuro hanno stravolto – e ogni giorno è una nuova scoperta – il modo di lavorare, di scambiarsi le comunicazioni, di conservare i dati, di rapportarsi con i clienti, di gestire le proprie attività quotidiane.

La grande conquista dello smart working nel Vecchio Continente è ben visibile: alcune aziende lo applicano da anni, permettendo ai propri dipendenti di lavorare da casa un giorno alla settimana. Il tema è diventato di così grande interesse che di smart working si parla anche nella Legge di Stabilità 2016: l’antico concetto di “telelavoro” si trasforma e al lavoratore dipendente sono riconosciuti i pieni diritti di un lavoro flessibile, per una maggiore conciliazione dei tempi lavoro – vita privata. Con il mantenimento delle medesime condizioni contrattuali (leggi la bozza del DDL sul lavoro agile).

Smart working: gli strumenti indispensabili 

Ma quali sono gli strumenti indispensabili per chi lavora in modalità “smart working”? Dividiamo in 2 grandi categorie: hardware e software.

Smart working: hardware 

La dotazione hardware per chi lavora da casa o in mobilità consiste in:

  • Computer (desktop, laptop, PC, Mac… ognuno sceglie quello che preferisce);
  • Smartphone;
  • Tablet (opzionale);
  • Connessione internet.

Riteniamo lo smartphone essenziale per i lavoratori “agili”: l’azienda e i clienti possono avere necessità di entrare in contatto con loro, per cui anche in fede al loro contratto devono essere reperibili per rispondere ai bisogni.

Per la connessione internet, suggeriamo una tecnologia a banda larga. A mali estremi, se si è all’aperto in luoghi non coperti da wi-fi, lo smartphone può essere utilizzato come router.

Smart working: software

Quali software sono indispensabili per affrontare lo smart working?

  • App / web app per la posta elettronica;
  • Sistema di Instant Messaging;
  • Cloud per la condivisione e l’archiviazione di documenti;
  • Gestionale online per le attività dell’azienda: inserimento, monitoraggio, coordinazione, attuazione dei vari task.

Il software per la gestione online delle attività aziendali è fondamentale, soprattutto se si lavora a interventi o su progetti che coinvolgono numerose persone lontane da loro geograficamente o in mobilità: da un’unica interfaccia con accesso via browser o via app si ha sotto controllo tutta la situazione, si è immediatamente informati sui task in arrivo, in attesa e quelli completati e si può procedere anche con la fatturazione. Uno strumento che semplifica la vita aziendale.

 


About