Gestionale cloud: ciò che un software installato non ti può dare

Hai mai pensato ai vantaggi di un software gestionale cloud rispetto a un’installazione in locale? Te li sveliamo noi

Quando circa 15 anni fa iniziarono a circolare voci insistenti relative ai sistemi cloud, i sostenitori nelle aziende erano pochi. Il cambiamento che si prospettava era troppo epocale: cloud significava gestione completamente diversa della trasmissione di informazioni, visione differente della sicurezza dei dati, ripensamento degli affidabili e storici mainframe.

Poi cos’è accaduto? Il cloud si è imposto e ha soppiantato i vecchi “cervelloni”, ridisegnando completamente le infrastrutture informatiche: oggi quando si parla di software a installazione locale sembra quasi di tornare indietro, in un’altra epoca.

E tu? Hai mai pensato ai vantaggi di un software gestionale cloud rispetto a un’installazione in locale?

1. Gestionale cloud VS installazione locale: accessibilità ovunque

Il primo punto che rappresenta un’enorme rivoluzione rispetto alle installazioni locali è che un gestionale cloud è accessibile e utilizzabile ovunque ti trovi. Questo è sempre più importante dal punto di vista aziendale se si pensa al fenomeno dello “smart working” e alla dislocazione delle risorse: per usare il gestionale non è più necessario che tu sia fisicamente presente in ufficio, ma puoi fare log in nella piattaforma cloud da qualsiasi computer o dispositivo mobile, anche mentre sei in vacanza o in trasferta. I dati sono sempre lì, aggiornati e sincronizzati.

2. Gestionale cloud VS installazione locale: flessibilità

I sistemi cloud sono molto flessibili in termini di potenza, consumi, storage, capacità di calcolo. Non sempre il reparto IT di un’azienda è in grado di prevedere a lungo termine l’infrastruttura di cui avrà bisogno, e questo in passato causava enormi sprechi: picchi di domanda richiedevano costosi upgrade così come situazioni di minor carico capacitivo lasciavano inutilizzate risorse già allocate (e pagate). Con il cloud si ragiona invece “on demand”: ogni picco o calo di necessità è facilmente affrontabile con semplici upgrade o downgrade di cui l’azienda non deve farsi carico direttamente, liberando tempo e risorse per altre attività.

3. Gestionale cloud VS installazione locale: abbattimento dei costi 

Il terzo punto è direttamente connesso al precedente: un gestionale cloud ha costi molto minori rispetto a un’installazione locale. La flessibilità gioca un ruolo fondamentale: una struttura installata è molto più restrittiva e meno idonea a situazioni aziendali in cui si presentano fluttuazioni nel bisogno di capacità di calcolo.

Ma un’installazione locale è molto più costosa anche per altri aspetti: si pensi alla gestione della banda, ai costi di elettricità e dei cablaggi, ai contratti di fornitura, al costo dell’hardware, ai costi del personale addetto a queste mansioni.

Con un gestionale cloud, questi problemi non sussistono: l’azienda acquista un sistema cloud, “on demand” e aggiornato in tempo reale, cui accede tramite un semplice pannello di controllo senza che alcuna installazione sia necessaria. E non è tutto: nessuna risorsa ci deve mettere mano e deve essere perciò formata per conoscerne ogni dettaglio tecnico… un risparmio davvero notevole.


About